RSS - Iscriviti! RSS - Iscriviti

Opinionista Politico.



22
Mag
2009

La capacitÓ intellettiva di una persona


Il "verbo" è l'uomo e l'uomo è il "verbo" dice il Vangelo. Infatti proprio le parole, e ancor di più il pensiero scritto, proprio perché ponderato, rivelano la capacità intellettiva di una persona.

In questo inizio di campagna elettorale già sono molti i faccioni con relativo motto che dovrebbero indurre gli elettori a serie riflessioni. Uno a caso: "dai un senso al tuo voto". A dirlo è un consigliere comunale in carica, che eletto con Recchia passa con Nardi e guarda caso, si vede approvato un sito estrattivo. Che il provvedimento sia poi illegittimo, è secondario. Ha proprio un senso dare fiducia ad uno così, e sicuramente questo signore sarà votato proprio per le sua alte qualità morali magnificate soprattutto da chi gli deve pane e companatico.

Un altro slogan interessante è: "Cancellare il passato per scrivere il futuro". Dovrò dire al mio vecchio professore di storia che finora non ci ha capito niente. Infatti è stato proprio lui ad insegnarmi che il "passato" è prezioso maestro di vita, nella misura in cui gli errori commessi ci forniscono quel patrimonio di esperienza che serve proprio a migliorare il futuro. Comunque, i manifesti che più mi sono piaciuti sono quelli alla Trapattoni: camicia, cravatta, giacca a tracolla e via. Olè, manca solo la lavatrice.

Il meglio però questi signori lo esprimono sugli articoli che uno dietro l'altro si affannano a scrivere per essere sempre e comunque in vista. Peccato che le fesserie che dicono sono tante e tali che non divertono nemmeno più, anche perchè continuano a sparare su un morto con agomenti triti e ritriti dimenticando che queste sono elezioni provinciali e non comunali.

Il mio messaggio: - "Sei stato deluso: allora prova diversamente" - sarà forse banale, ma non sciocco. Mi limito a ricordare agli elettori che a via Costa ci serve sicuramente un terracinese, ma che sappia tutelare Terracina con "verbo" eleoquente e convincente, in modo da portare risultati a questa bistrattata città. Allora serve una persona che all'occorrenza sappia farsi sentire ed approvare, e se necessario, sbattere anche i pugni sul tavolo. Concentrare i voti su un candidato così, è fondamentale se vogliamo avere il nostro "guardiano" in Provincia: agli elettori la scelta, ma che nessuno si lamenti più se questa scelta cadrà su chi ha già ampiamente dimostrato di non essere all'altezza.

Colgo l'occasione per ricordare agli elettori che il 4 giugno alle ore 18.00 terrò un comizio a piazza Garibaldi, e presenti con me sul palco saranno: Stefano Zappalà, Armando Cusani, Claudio Fazzone ed Alessandra Mussolini. 


 Invia un commento
| Leggi commenti (0) - Letto  4931  volte