RSS - Iscriviti! RSS - Iscriviti

Opinionista Politico.



14
Nov
2012

Il nodo rifiuti a Terracina



Il nodo rifiuti a Terracina

Nella situazione al limite della disperazione in cui versano le casse del Comune di Terracina, aggravata da un’inopportuna dichiarazione di dissesto, sarebbe quantomeno opportuno lavorare su ciò che abbiamo a disposizione per avere ogni possibilità di entrata alternativa alla tassazione. Le decisioni di questa Giunta in realtà, non creano le condizioni necessarie per uscire in un tempo ragionevole dalla situazione di dissesto, anzi le aggravano.


Terracina possiede a pieno titolo, ora che la magistratura ne ha certificato la proprietà, uno dei pochi siti nella Regione con tutte le carte in regola per poter trattare rifiuti. Ovvio che dopo anni di inattività necessita di lavori di aggiornamento, ma rimane sempre una notevole ricchezza ed un punto basilare per un sano progetto di risanamento economico. 


Lasciar fallire la Terracina Ambiente per una cifra irrisoria rispetto ai circa nove milioni di euro che stava incassando, è stata la premessa per indire un bando di gara dove i conti non quadrano ed i dubbi sono tanti, e tutto si concluderà con  azzeccagarbugliano metodo di affidamento del sito delle Morelle alla ditta appaltante.
Si è perso un anno e mezzo che potevamo utilizzare per avviare un discorso totalmente diverso: la creazione di una municipalizzata da gestire a livello imprenditoriale, che sfruttando il sito avrebbe servito anche i Comuni limitrofi (magari con un discorso comprensoriale). Insomma Terracina ha la possibilità di fare business con i rifiuti, questo è il succo, e ci rinuncia: perché???

Il ricavato del servizio ad altri Comuni, della differenziata e del compost avrebbe alleggerito man mano il peso della bolletta, a vantaggio di una maggiore disponibilità per la manutenzione della città ed altri servizi.

L’Amministrazione non la pensa così, è ferma agli anni ’90, lontana da quei criteri che oggi danno ai Comuni una maggiore libertà d’azione. Se Terracina vuole uscire dal tunnel nel quale si è volontariamente infilata, esiste una sola via: il Comune deve fare impresa! Con gente all’altezza, s’intende, che non dia tutti i vantaggi al privato il cui onere, inutile dirlo, grava sempre e comunque sui contribuenti.


Il bando di gara, se attentamente letto, ci dice come stiamo ripetendo lo stesso errore che facemmo con la SLIA, e che tra qualche anno ci vedrà tranquillamente in contenzioso con la società che ne sta per prendere il posto: con questi amministratori la vedo molto dura per il Comune essere puntuale nei pagamenti.
Stiamo per perdere un’altra grande opportunità, quella di una gestione in proprio di una struttura che se ben governata, e non è un assurdo, potrebbe cancellare la parola “rifiuti” dall’elenco delle tasse per i cittadini di Terracina.


 Invia un commento
| Leggi commenti (1) - Letto  5011  volte
Commenti
Nike shox has made with high quality materials. At our air max online store, air max pas cher is most attractive and popular, and the Nike Free 5 price is very low. I believe our nike tn will be your best choice.


Inserito il: 24.04.2013 11:18 da nike shox - Sito: http://www.niketnshoxfr.eu/